martedì , 19 settembre 2017

Chi siamo

FIPAC per i diritti degli anziani

Fipac, Federazione Italiana Pensionati Attività Commerciali, Turistiche e dei Servizi, è la Federazione di categoria, che opera senza fini di lucro, promossa da Confesercenti. E’ un’organizzazione autonoma, apartitica e indipendente. Nasce nel 1981 da un gruppo di pensionati della stessa Confesercenti, con l’obiettivo di rappresentare i diritti degli anziani, al fine di migliorarne la qualità della vita. Fipac è inoltre interlocutrice qualificata degli organi politici, istituzionali italiani ed europei, in materia previdenziale e sociale per tutelare i bisogni primari dei soci e degli anziani in genere. E ’presente su tutto il territorio nazionale e aderisce ad Age Platform Europe. In ogni provincia, insieme ad una sede Fipac, è presente anche un ufficio del Patronato Itaco, i suoi esperti assistono i soci nelle pratiche relative alla domanda di pensione, a riscattare o ricongiungere altre posizioni assicurative e offrono consigli e informazioni in materia assistenziale, previdenziale e sanitaria e sulle malattie professionali.

Massimo Vivoli
Presidente Fipac
“Per l’equità dei diritti. Noi crediamo che gli anziani siano una risorsa, un valore aggiunto di esperienza e professionalità”.

Massimo Vivoli, nato nel 1945 a Viareggio è presidente nazionale Fipac dal 2000, dal 1994 è vicepresidente vicario della Confesercenti nazionale e dal 1990 di quella Toscana. Dal 2005 al 2012 è stato nominato al Cnel con Decreto del Presidente della Repubblica. Vivoli, dal 1994 è anche presidente di Comfidi Italia (Consorzio di Garanzia crediti alle imprese commerciali, turistiche e dei servizi) e presidente Itaco (Patronato istituito dalla Confesercenti per la tutela previdenziale, assicurativa ed assistenziale dei commercianti e di tutti i cittadini). Dal 1992 al 2004, inoltre, Massimo Vivoli è stato anche presidente di Federfidi (Federazione Consorzi e Cooperative Garanzia Collettiva Fidi).
Lino Busà
Direttore Fipac
“Legalità e tutela dei diritti”.
Lino Busà, nato a Messina nel  1953 è direttore Fipac da gennaio 2013 e presidente di Sos Impresa Confesercenti. In questa veste è  uno degli attuali protagonisti del movimento antiracket ed antiusura .E’ componente dell’Osservatorio socio economico sulla criminalità del CNEL. Fa parte, su designazione del CNEL, del Comitato per il Fondo di Solidarietà per le vittime dell’usura e dell’estorsione. Dopo la laurea in sociologia e cinque anni di  insegnamento, è dal  1983 dirigente della Confesercenti. Nella Confederazione ha svolto vari incarichi: è stato vice Segretario della Confesercenti di Roma  dal 1983- 87, segretario regionale del Lazio  nel periodo 1987- 90, e ancora responsabile della Direzione Sviluppo Organizzativo 1992-98. Dal 1992, inoltre, Busà è componente della Presidenza Nazionale della Confesercenti. Lino  Busà è inoltre autore di diversi saggi sui temi della legalità.

Lino Busà
Coordinatore nazionale

Vilder Canalini
Vicepresidente vicario

Vicepresidenti:
Ermes Anigoni, Lino Ferrin, Pinuccio Meloni, Fosco Tornani.
Altri membri di giunta:
Gilberto Boninsegni, Roberto Ferrarini, Luigi Lupi, Celeste Selinunte e Fernando
Trotta.
Sono state istituite tre Consulte:Consulta “Politiche di genere”
Coordinatrice Paola Pisi (Dimissionaria)Consulta  “Salute e sicurezza sociale”
Coordinatore Piero Melandri.Consulta “Cultura e tempo libero”
Coordinatore Mauro Felici.
Scroll To Top